Galeries Lafayette Paris Haussmann

La storia delle Galeries Lafayette risale al 1895: Théophile Bader e Alphonse Kahn aprono in questa epoca un laboratorio di confezione di moda-merceria chiamato Aux Galeries Lafayette.

La cupola centrale è stata realizzata nel XIX secolo in stile neo-bizantino. Oggi è un magnifico spazio 65 000m², con un'architettura fuori dal comune.

Innanzitutto tempio della moda, le Galeries Lafayette sono presenti anche nel settore della casa e della gastronomia.

A Natale, le luci e le vetrine animate aggiungono un tocco magico che fa sognare i bambini come i loro genitori.

Durante tutto l'anno, un giro di shopping alla Galeries Lafayette è occasione di scoperte e tentazioni. Un indirizzo strategico per farsi piacere durante un soggiorno a Parigi.

Galeries Lafayette Paris HaussmannSelezione speciale dei nostri hotel


  • A partire da 87 Timhotel Opéra Madeleine

    In uno dei quartieri più vivaci di Parigi, vicino all'Opera

    Situato in modo favorevole di fronte alla gare Saint-Lazare e a poche ore dalla Normandia, il Timhotel Opéra Madeleine vi dà accesso a tutti i vantaggi del quartiere centrale degli affari e della stazione. Il Timhotel Opéra...

    Idealmente situato di fronte alla stazione Gare Saint-Lazare

  • A partire da 92 Timhotel Opéra Grands Magasins

    Nel cuore dei Teatri e vicino l'Opera

    Non lontano dalla gare Saint-Lazare e dal Quartiere centrale degli affari, il Timhotel Opéra Grands Magasins vi accoglierà nel cuore del 9° arrondissement in un magnifico palazzo haussmanniano. Idealmente collocato in rue La...

    Boutique Hotel tra l'Opera e Pigalle

  • A partire da 76 Timhotel Palais Royal

    Vicino al Louvre, Chatelet. Quartiere storico. Camere con aria condizionata

    Non lontano dalle celebri rue de Rivoli e rue Saint-Honoré, il Timhotel Palais Royal si colloca nel centro storico e culturale di Parigi. Questo hotel di charme haussmaniano immerso nell'Art déco e vicino a tutto vi farà...

    A due passi dal Palazzo Reale e dal quartiere di Montorgueil